Passa ai contenuti principali

Torino culturale?

Torino culturale?
Fabrizio Vespa, Stefano Tallia e Cartoline Teatrali
a cura di Spazio Ferramenta
Martedì 29 marzo alle 21.00

  
Torino always on the move diceva uno slogan della Città di Torino di qualche anno fa. Ed è innegabile che il capoluogo piemontese sia mosso e lo abbia fatto velocemente. Complice una governance politica che ha saputo assecondare il passaggio da un’economica basata sull’industria automobilistica a una fondata sul terziario, Torino si è trasformata e ha scelto la cultura e la creatività come leve propulsive.
Ma al di fuori dei salotti amministrativi, dei circoli e delle istituzioni museali, si è sviluppato un intero sistema metropolitano. La creatività underground ha contagiato praticamente tutti i settori: dalla musica all’arte contemporanea, dalla grafica alla fotografia, dalla letteratura al teatro, dall’editoria alla comunicazione passando per il design e l’architettura. Torino è tanto la capitale dei grandi eventi quanto delle iniziative bottom-up e si appresta ora ad affrontare i cambiamenti che l’attuale panorama economico e politico impongono.

Il percorso vuole esplorare, senza pretese di esaustività o completezza, l’eterogeneo panorama delle attività artistiche e creative che in anni recenti, seppur con profonde differenze, hanno caratterizzato l’area metropolitana di Torino. Spazio Ferramenta propone un nuovo incontro-evento: ancora una volta l’indagine estetica si spinge verso nuove frontiere e mescola linguaggi differenti.
Com’è cambiato lo spazio urbano? Come i cambiamenti sociali hanno influenzato la creatività cittadina (e viceversa)? Qual è la composizione della fabbrica metropolitana? Come gli artisti abitano e reinterpretano i punti nevralgici di una città ovvero i quartieri del cambiamento?
Per riflettere sulla scena Torinese, che negli ultimi ha saputo imporsi e influenzare mode e tendenze non solo nazionali, Spazio Ferramenta propone un incontro tra “creativi” di ambiti diversi:
Fabrizio Vespa, giornalista pubblicista e Dj, presenterà una selezione di immagini tratte dal suo ultimo lavoro fotografico "Torino true". Per parlare di Torino - la creatività, l'utilizzo degli spazi, la scena underground, le istituzioni - accompagnando il dialogo con una selezione di brani musicali cult nati nella nostra città negli ultimi 40 anni.
Stefano Tallia, scrittore (un titolo per tutti Toro come un romanzo. Il mito granata in 101 partite) e giornalista fra i più autorevoli della città, sarà il "guastatore" della serata con il compito di proporre un punto di vista alternativo rispetto a quello degli operatori culturali.
Cartoline Teatrali (Chiara Lombardo e Giulia Menegatti) registe e performer teatrali, utilizzano il linguaggio teatrale come indagine sociale e momento di “risveglio” collettivo.

Partendo dalla performance teatrale “Tavola 26 (vincitrice del secondo premio e menzione speciale al concorso nazionale "I love my city") la serata avrà una colonna sonora tutta torinese e una scenografia scandita dalle immagini del lavoro fotografico “Torino True” di Fabrizio Vespa.
Approfondimenti:
http://www.tavola26.blogspot.com/

www.wix.com/cartolineteatrali/chi
http://www.nohay-banda.it/dblog/

Dove:
Ferramenta@Sibir
via Bellezzia 8/g
Torino

Post popolari in questo blog

A Pièce of Paper

Spazio Ferramenta
presenta 
A pièce of paper
Perfomance di Francesca Arri e Gao Yuan
A cura di Sara Bortoletto e Spazio Ferramenta


4 novembre 2014, a partire dalle ore 19.30 















“ [...]il difficile e il facile si completano l'un l'altro;  l'alto e il basso si invertono l'un l'altro;  i suoni e la voce si armonizzano l'un l'altro;  il prima ed il dopo si seguono l'un l'altro”. Laozi, Daodejing, capitolo II 

Spazio Ferramenta, per l’appuntamento che si inserisce nel ricchissimo calendario della settimana torinese dedicata all’Arte Contemporanea, allarga la rete delle collaborazioni coinvolgendo giovani curatori e artisti internazionali. 

Spazio Ferramenta arriva a NY

INTIMATE TRANSGRESSIONS PROJECT INTERNATIONAL CONTEMPORARY ART EXHIBITION
presenta il video della performance  A pièce of paper 
di Francesca ArrieGao Yuan a cura di Sara Bortoletto Spazio Ferramenta



La mostra, che inaugurerà il 3 settembre 2015 a New York City, curata da Fion Gunn in collaborazione con Juan Puntes e presentata da CAPA (Center for Asian Pacific Affairs) e WhiteBox, trae spunto dal concetto di 'Comfort Women ' durante e dopo la seconda guerra mondiale. Alla vigilia del 70 ° anniversario della fine della guerra, il progetto di arti visive newyorchese si sviluppa lungo tutto il Novecento e l'inizio del nuovo millennio andando ad indagare, su un piano più ampio, la violenza contro le donne in tutto il mondo.
Maggiori INFO sul sito dedicato alla mostra
L'esposizione approderà a Beijing il 25 ottobre e a Shanghai il 21 novembre 2015



The beat of freedom - M. Cuscunà