Passa ai contenuti principali

Trung Anh Vu + FART gallery + Niagara. Al via la nuova stagione!

Spazio Ferramenta inaugura il 20 settembre 2011 il nuovo ciclo di appuntamenti. Come ormai è tradizione, la contaminazione tra linguaggi artistici e l’attenzione ai talenti emergenti costituiscono i punti fermi della nostra proposta culturale.
La serata del 20 settembre conterrà tre eventi in uno e si configura così come un evento ricco e insolito, in perfetto stile “ferramenta” dove nulla è ciò che sembra, i linguaggi si mescolano e l’inconsueto diventa la norma!


·        Spazio Ferramenta inaugura Spazio Off. Una vetrina situata in via San Domenico, nel cuore storico di Torino, viene offerta a un artista emergente selezionato dal comitato curatoriale. Spazio Ferramenta mette l’arte contemporanea in vetrina e affianca la nuova iniziativa al programma per talenti emergenti denominato Studio Visit (lanciato in giugno) raddoppiando l’impegno nella promozione dei giovanissimi.

La linea rossa
Il primo artista ad ‘abitare’ Spazio Off sarà Trung Anh Vu (Vietnam, 1980), diplomato all’Accademia delle Belle Arti di Torino, ha esposto a PARCO (Casier, TV) e alla Galleria Tonin di Torino.
Anh Vu proporrà un’installazione scultorea sul tema del doppio e della scissione emotiva.
Esiste una realtà al di là della realtà? Una realtà della realtà? Una realtà nel visibile e anche nell’invisibile?
Tuttavia è più importante per noi sapere ciò che abbiamo assunto dalla realtà per riportarne il valore e il significato su noi stessi. Nella realtà esistono diversi piani, mentre il presente è soltanto il segno del tempo; la commistione di visibile e invisibile ci rende difficile identificare l’essenza.

A volte ci affidiamo alle superfici riflettenti per fare luce su qualcosa che possiamo chiamare verità. Potrebbe trattarsi di un qualsiasi oggetto fuori di sé, oppure proprio di sé. Il sé si interroga sulla sua natura davanti allo specchio. Nel caos, nel disordine dei pensieri, la quiete dell’anima ci porta le sensazioni della leggerezza, nelle cose semplici e conosciute trova un modo per collegare l’essere e il non essere.
Le origini non stanno nelle domande; esse possono essere decodificate solo quando noi troviamo un modo di collegare il visibile e l’invisibile, il finito e l’infinito, ciò che è fisso e ciò che è mutevole.

La linea rossa, Trung Anh Vu solo show, dal 20 settembre al 20 ottobre, Spazio Off, via San Domenico 7. Inaugurazione 20 settembre dalle 19.


·         In Spazio Ferramenta troverà spazio una mostra curata dal progetto FART Gallery che per l’occasione propone i lavori di Cristiano Piccinelli, Moisi Guga, Valentina Argirò, Simone Pizzinga, Michela Depetris, Mario Petriccione. Con questa mostra Ferramenta non solo propone i lavori di alcuni giovani artisti, ma crede e collabora a un giovane progetto creativo del territorio.
    FART è una galleria virtuale che organizza mostre itineranti, già presentata dal Maché, recentemente ha trovato spazio nella manifestazione Sub Urb Art presso l’ex fabbrica di via Foggia 28.

Artberg II - Creatività emergente, mostra collettiva a cura di FART GALLERY, Spazio Ferramenta, via Bellezia 8G, dal 20 settembre al 4 ottobre, dal giovedì alla domenica dalle 20 alle 23.
Inaugurazione 20 settembre dalle 19

·        Il vernissage delle due esposizioni avrà una colonna sonora d’eccezione: ospite il trio musicale Niagara che, in occasione dell’uscita del nuovo album improvviserà una sonorizzazione di voci ed effetti analogici e digitali campionati in tempo reale. Il contest darà vita a substrati di tappeti dron minimali in continua evoluzione. Inoltre verrà presentato il nuovo videoclip del gruppo, già disponibile in rete da qualche settimana.

Niagara live@Spazio Ferramenta martedì 20 settembre, dalle 19.

Post popolari in questo blog

A Pièce of Paper

Spazio Ferramenta
presenta 
A pièce of paper
Perfomance di Francesca Arri e Gao Yuan
A cura di Sara Bortoletto e Spazio Ferramenta


4 novembre 2014, a partire dalle ore 19.30 















“ [...]il difficile e il facile si completano l'un l'altro;  l'alto e il basso si invertono l'un l'altro;  i suoni e la voce si armonizzano l'un l'altro;  il prima ed il dopo si seguono l'un l'altro”. Laozi, Daodejing, capitolo II 

Spazio Ferramenta, per l’appuntamento che si inserisce nel ricchissimo calendario della settimana torinese dedicata all’Arte Contemporanea, allarga la rete delle collaborazioni coinvolgendo giovani curatori e artisti internazionali. 

Spazio Ferramenta arriva a NY

INTIMATE TRANSGRESSIONS PROJECT INTERNATIONAL CONTEMPORARY ART EXHIBITION
presenta il video della performance  A pièce of paper 
di Francesca ArrieGao Yuan a cura di Sara Bortoletto Spazio Ferramenta



La mostra, che inaugurerà il 3 settembre 2015 a New York City, curata da Fion Gunn in collaborazione con Juan Puntes e presentata da CAPA (Center for Asian Pacific Affairs) e WhiteBox, trae spunto dal concetto di 'Comfort Women ' durante e dopo la seconda guerra mondiale. Alla vigilia del 70 ° anniversario della fine della guerra, il progetto di arti visive newyorchese si sviluppa lungo tutto il Novecento e l'inizio del nuovo millennio andando ad indagare, su un piano più ampio, la violenza contro le donne in tutto il mondo.
Maggiori INFO sul sito dedicato alla mostra
L'esposizione approderà a Beijing il 25 ottobre e a Shanghai il 21 novembre 2015



DOPODICHE' Stasera mi butto

Spazio Ferramenta per il Torino Fringe Festival
presenta DOPODICHE' Stasera mi butto

Generazione Disagio - Milano
dal 3 al 6 maggio ore 21 dal 7 all'11 maggio ore 19.30
via Bellezia 8g (ingresso dal ristorante Sibiriaki)
Di e con: Enrico Pittaluga, Graziano Sirressi, Alessandro Bruni Ocaña, Luca Mammoli Regia: Riccardo Pippa
Scene e Locandine: Duccio Mantellassi e Niccolò Masini

La vita è dura, c'è la crisi, c'è lo spread. E allora cosa ci rimane? Il suicidio? Si! Gioca anche tu a DOPODICHE': riversa i tuoi problemi su un personaggio e portalo al suicidio

Sappiamo chi sei. Tu sei un disagiato. Lo sai tu e lo sappiamo anche noi. Sappiamo quante energie sprechi per non farlo vedere. Fratello disagiato, basta. Il disagio non è un ostacolo sulla strada, il disagio è la strada. Non cercare di cambiare te stesso. Non cercare di apparire migliore. Accettati come sei: pigro, inetto, inconcludente, dispersivo, vile. Noi ti vogliamo bene così. Non preoccuparti: elimineremo assieme ogni sen…