Passa ai contenuti principali

Trung Anh Vu + FART gallery + Niagara. Al via la nuova stagione!

Spazio Ferramenta inaugura il 20 settembre 2011 il nuovo ciclo di appuntamenti. Come ormai è tradizione, la contaminazione tra linguaggi artistici e l’attenzione ai talenti emergenti costituiscono i punti fermi della nostra proposta culturale.
La serata del 20 settembre conterrà tre eventi in uno e si configura così come un evento ricco e insolito, in perfetto stile “ferramenta” dove nulla è ciò che sembra, i linguaggi si mescolano e l’inconsueto diventa la norma!


·        Spazio Ferramenta inaugura Spazio Off. Una vetrina situata in via San Domenico, nel cuore storico di Torino, viene offerta a un artista emergente selezionato dal comitato curatoriale. Spazio Ferramenta mette l’arte contemporanea in vetrina e affianca la nuova iniziativa al programma per talenti emergenti denominato Studio Visit (lanciato in giugno) raddoppiando l’impegno nella promozione dei giovanissimi.

La linea rossa
Il primo artista ad ‘abitare’ Spazio Off sarà Trung Anh Vu (Vietnam, 1980), diplomato all’Accademia delle Belle Arti di Torino, ha esposto a PARCO (Casier, TV) e alla Galleria Tonin di Torino.
Anh Vu proporrà un’installazione scultorea sul tema del doppio e della scissione emotiva.
Esiste una realtà al di là della realtà? Una realtà della realtà? Una realtà nel visibile e anche nell’invisibile?
Tuttavia è più importante per noi sapere ciò che abbiamo assunto dalla realtà per riportarne il valore e il significato su noi stessi. Nella realtà esistono diversi piani, mentre il presente è soltanto il segno del tempo; la commistione di visibile e invisibile ci rende difficile identificare l’essenza.

A volte ci affidiamo alle superfici riflettenti per fare luce su qualcosa che possiamo chiamare verità. Potrebbe trattarsi di un qualsiasi oggetto fuori di sé, oppure proprio di sé. Il sé si interroga sulla sua natura davanti allo specchio. Nel caos, nel disordine dei pensieri, la quiete dell’anima ci porta le sensazioni della leggerezza, nelle cose semplici e conosciute trova un modo per collegare l’essere e il non essere.
Le origini non stanno nelle domande; esse possono essere decodificate solo quando noi troviamo un modo di collegare il visibile e l’invisibile, il finito e l’infinito, ciò che è fisso e ciò che è mutevole.

La linea rossa, Trung Anh Vu solo show, dal 20 settembre al 20 ottobre, Spazio Off, via San Domenico 7. Inaugurazione 20 settembre dalle 19.


·         In Spazio Ferramenta troverà spazio una mostra curata dal progetto FART Gallery che per l’occasione propone i lavori di Cristiano Piccinelli, Moisi Guga, Valentina Argirò, Simone Pizzinga, Michela Depetris, Mario Petriccione. Con questa mostra Ferramenta non solo propone i lavori di alcuni giovani artisti, ma crede e collabora a un giovane progetto creativo del territorio.
    FART è una galleria virtuale che organizza mostre itineranti, già presentata dal Maché, recentemente ha trovato spazio nella manifestazione Sub Urb Art presso l’ex fabbrica di via Foggia 28.

Artberg II - Creatività emergente, mostra collettiva a cura di FART GALLERY, Spazio Ferramenta, via Bellezia 8G, dal 20 settembre al 4 ottobre, dal giovedì alla domenica dalle 20 alle 23.
Inaugurazione 20 settembre dalle 19

·        Il vernissage delle due esposizioni avrà una colonna sonora d’eccezione: ospite il trio musicale Niagara che, in occasione dell’uscita del nuovo album improvviserà una sonorizzazione di voci ed effetti analogici e digitali campionati in tempo reale. Il contest darà vita a substrati di tappeti dron minimali in continua evoluzione. Inoltre verrà presentato il nuovo videoclip del gruppo, già disponibile in rete da qualche settimana.

Niagara live@Spazio Ferramenta martedì 20 settembre, dalle 19.

Post popolari in questo blog

SPAZIO FERRAMENTA

Spazio Ferramenta è un progetto culturale indipendente che coinvolge un gruppo di cinque persone, la cui direzione artistica è a cura di Raffaella Bassi, affiancata da Francesca Arri e Verdiana Oberto.
Ferramenta è uno luogo già esistente la cui identità è mutata negli anni. Oggi è la sede privilegiata da Spazio Ferramenta, trasformata in spazio indipendente ove viene promossa la sperimentazione artistica e la contaminazione tra linguaggi contemporanei, mescolando gli ingredienti del nutrimento culturale.
Nell’attuale panorama sociale - caratterizzato da forti separazioni di gruppo che esaltano le categorizzazioni, gli arroccamenti e i contrasti -Spazio Ferramenta lancia un ribaltamento di prospettive basato sul confronto interdisciplinare. Laddove coesisteranno sguardi trasversali, contaminazioni e commistioni, lì si potranno generare nuove riflessioni. Spazio Ferramenta esplora i confini tra diverse narrazioni e, sulla sottile linea di separazione tra un linguaggio e un altro, costruis…

CHI SIAMO

Raffaella Bassi (Cividale del Friuli, 1974) 
Laureata in Conservazione dei Beni Culturali con master di Management dei Beni Culturali e Ambientali, attualmente segue la comunicazione in una istituzione museale torinese. Co-fondatrice e direttore artistico di Spazio Ferramenta.

Francesca Arri, (Asti 1983) 
Performer e artista visiva, laureata all’Accademia Albertina, La sua opera parte dall'azione dal vivo per arrivare alla ricerca e promozione di artisti e ricercatori nell'ambito dell'arte, della musica e della cultura contemporanea. Il suo lavoro è stato presentato in importanti vetrine internazionali tra cui Fondazione Hangar Bicocca, Milano, Fondazione Merz, Torino, Matadero-Madrid, Tel Aviv Museum of Art, 12th Istanbul Biennale, White Box Gallery New York, CAPA New York, E-Flux New York in collaborazione con Serpentine Gallery Londra, Kopfbau Basilea, Inter Art Gallery Pechino, Uninghen Berlino/Londra, Mart Dublino, Centro Cultural MAC Montevideo, Museo de las Mujeres Cor…

Spazio Ferramenta presenta: ALTROVE

Spazio Ferramenta
ALTROVE



Rebecca Agnes | Emanuele Basile | Elisabetta Quaglia

per Fo.To Fotografi a Torino del Museo Ettore Fico

Dal 3 maggio 2018 al 15 maggio 2018
Il viaggio ti porta altrove, è qualcosa di avventuroso e intimo. Spesso segna un cambiamento e quando ha termine ti lascia in qualche modo diverso: libero, consapevole e cresciuto.

La fotografia diventa il mezzo del racconto. Una forma di storyboard esistenziale, a cui ognuno è legato ad un proprio universo sensibile. I fotografi sono fruitori di storie, a volte le nostre altre le loro, la differenza è così sottile tanto da non distinguersi più lasciandoci coinvolgere dai loro racconti.

Il progetto tesse il filo di tre racconti in cui gli spettatori sono invitati a percorrerne la storia insieme all'autore. Si passerà dall'architettura fredda e metropolitana di Berlino tanto amata da Rebecca Agnes, ai caldi colori dell'India riportati da Emanuele Basile per poi ritrovarsi in quella che sembra un atmosfera famil…