Passa ai contenuti principali

Ferramenta OFF in collaborazione con Galleria Alessio Moitre



Spazio Ferramenta + Galleria Alessio Moitre

Fragil-mente
di Giulio Zanet


Dal 22 settembre al 5 ottobre tre mini mostre di una settimana si alterneranno in Spazio Ferramenta OFF, la vetrina dedicata ai giovani artisti.

Il locale, nel cuore storico di Torino, è periodicamente offerto a un talento emergente. Spazio Ferramenta mette così l’arte in vetrina, confermando l’impegno nella promozione dei giovanissimi, già avviato con il programma “Studio Visit”, e la volontà di portare i linguaggi contemporanei nei luoghi insoliti, avvicinando nuovi pubblici.
Proseguono inoltre le collaborazioni con le realtà più dinamiche del territorio: per tre settimane Spazio Ferramenta OFF ospita le pitture di Giulio Zanet, selezionato dalla Galleria Alessio Moitre.



 “Zanet si rivela un giovane promettente nell’alveo del New Pop italiano, non distante da alcuni esiti della Street Art. Con quadri dalle campiture ampie accompagnate da colature di colore, caratteristiche della sua pittura, l’artista sembra dare continuità alla riflessione critica e sarcastica sulla perversione dell’uomo contemporaneo, incapace di valorizzare l’alleanza coi suoi simili, proiettato verso un violento soddisfacimento di inestinguibili desideri. Lo sdegno è spesso affidato agli animali selvatici, come un orso, un alce o un ippopotamo, e la redenzione non può che imboccare la via dell’espressione di contenuti stratificati che materializzino gli incubi più inspiegabili”. I disegni esposti, in gruppi di due, fanno parte di un sestetto presentato in occasione della mostra “FRAGILEagliOcchi in cui queste tematiche sembrano attenuarsi, in favore di una grazia compositiva e una delicatezza del segno. Se nelle prime due carte domina il beige del supporto, nelle seguenti il colore occupa sempre più spazio, giungendo a saturare la superficie e creando mondi immaginari e surreali. Nell’ultima carta il beige emerge ormai solo più dai corpi dei danzatori dagli spessi contorni neri, risparmiati dal colore, che insieme alle strisce orizzontali e verticali rendono la composizione la più dinamica del gruppo.
(Estratti dal catalogo della mostra FRAGILEagliOCCHI,
Galleria Moitre,
a cura di Viola Invernizzi, Prinp 2.0, Torino 2012.
Testo di Andrea Cravero.)



Giulio Zanet (Colleretto Castelnuovo, Torino, 1984), si è laureato all’Accademia di Brera. La pittura, la carta, l'improvvisazione sono le sue caratteristiche principali, ogni suo mondo è studiato per trasportare in dimensioni diverse, astratte, sospese. Nell'ultimo anno ha partecipato a numerose collettive, tra le quali si possono ricordare quella alla Galleria Lem di Sassari e alla First Gallery di Roma.

Post popolari in questo blog

A Pièce of Paper

Spazio Ferramenta
presenta 
A pièce of paper
Perfomance di Francesca Arri e Gao Yuan
A cura di Sara Bortoletto e Spazio Ferramenta


4 novembre 2014, a partire dalle ore 19.30 















“ [...]il difficile e il facile si completano l'un l'altro;  l'alto e il basso si invertono l'un l'altro;  i suoni e la voce si armonizzano l'un l'altro;  il prima ed il dopo si seguono l'un l'altro”. Laozi, Daodejing, capitolo II 

Spazio Ferramenta, per l’appuntamento che si inserisce nel ricchissimo calendario della settimana torinese dedicata all’Arte Contemporanea, allarga la rete delle collaborazioni coinvolgendo giovani curatori e artisti internazionali. 

Spazio Ferramenta arriva a NY

INTIMATE TRANSGRESSIONS PROJECT INTERNATIONAL CONTEMPORARY ART EXHIBITION
presenta il video della performance  A pièce of paper 
di Francesca ArrieGao Yuan a cura di Sara Bortoletto Spazio Ferramenta



La mostra, che inaugurerà il 3 settembre 2015 a New York City, curata da Fion Gunn in collaborazione con Juan Puntes e presentata da CAPA (Center for Asian Pacific Affairs) e WhiteBox, trae spunto dal concetto di 'Comfort Women ' durante e dopo la seconda guerra mondiale. Alla vigilia del 70 ° anniversario della fine della guerra, il progetto di arti visive newyorchese si sviluppa lungo tutto il Novecento e l'inizio del nuovo millennio andando ad indagare, su un piano più ampio, la violenza contro le donne in tutto il mondo.
Maggiori INFO sul sito dedicato alla mostra
L'esposizione approderà a Beijing il 25 ottobre e a Shanghai il 21 novembre 2015



DOPODICHE' Stasera mi butto

Spazio Ferramenta per il Torino Fringe Festival
presenta DOPODICHE' Stasera mi butto

Generazione Disagio - Milano
dal 3 al 6 maggio ore 21 dal 7 all'11 maggio ore 19.30
via Bellezia 8g (ingresso dal ristorante Sibiriaki)
Di e con: Enrico Pittaluga, Graziano Sirressi, Alessandro Bruni Ocaña, Luca Mammoli Regia: Riccardo Pippa
Scene e Locandine: Duccio Mantellassi e Niccolò Masini

La vita è dura, c'è la crisi, c'è lo spread. E allora cosa ci rimane? Il suicidio? Si! Gioca anche tu a DOPODICHE': riversa i tuoi problemi su un personaggio e portalo al suicidio

Sappiamo chi sei. Tu sei un disagiato. Lo sai tu e lo sappiamo anche noi. Sappiamo quante energie sprechi per non farlo vedere. Fratello disagiato, basta. Il disagio non è un ostacolo sulla strada, il disagio è la strada. Non cercare di cambiare te stesso. Non cercare di apparire migliore. Accettati come sei: pigro, inetto, inconcludente, dispersivo, vile. Noi ti vogliamo bene così. Non preoccuparti: elimineremo assieme ogni sen…