Passa ai contenuti principali

Azione!

A cura di Spazio Ferramenta
in collaborazione con
Torino+Piemonte Contemporary Art Blog


Le cinque performance di martedì 2 ottobre sono diventate altrettanti video, a cura di Torino+Piemonte Contemporary Art Blog
visibili in rete e nella vetrina di Spazio Ferramenta OFF (via San Domenico 7).

Unter Haut
di Andrea Gallo Rosso e Sara Simeoni

Sottopelle tracciata da cadute emozionali che incidono segni di un tempo già scritto. La nuova relazione ti permette di entrare a contatto con diversi livelli di conoscenza. Una sottopelle pre-esistente, già tracciata, che ti porti appresso.
Hai bisogno dell’altro per scoprirla.






Andrea Gallo Rosso
Si forma in ambito contempornaeo principalmente in Italia (a Torino con F.Pagliassotto, C.Golin, M.C.Fontanelle) approfondendo con maestri internazionali quali Emio Greco, Ismael Yvo, Pedro Berdayes e Jose’ Reches, Ivan Wolfe, David Zambrano. Nel 2010 e’ selezionato per la “Vetrina Giovane Danza d’Autore-OFF” per il network nazionale Anticorpi, nel 2011 prende parte a ”international choreographic residency” presso lo Jerwood DanceHouse/danceEast (Ipswich-UK) all’interno del network internazionale Danse a Lille grazie al partner italiano Mosaicodanza. “Fermata Paradiso” (lavoro di videodanza, coregia Elena Maria Olivero e Andrea Gallo Rosso) vince il 3 premio de “La danza in un Minuto” di Coorpi (cordinamento danza Piemonte) ed e’ inserito in Piedmont Movie gLocal FF. Partecipa con i propri lavori a festival e rassegne nazionali ed internazionali come: Interplay(Torino), CorpiUrbani(Genova), LaPiattaforma(Torino), International White Night (Skopje, Macedonia).
Sara Simeoni
Danzatrice  e performer lavora dal 2005 nella compagnia di Carolyn Carlson danzando in: Inanna, Syncronichity, We Were Horses e Poetry Event. Sia in Italia che all’estero lavora e collabora con le compagnie: Aldes di Roberto Castello, Sosta Palmizi, Atacama, Fabio Ciccalè , Giuseppina Von Bingen, Irene K, Tanz Atelier Wien, Art Muov, Naturalis Labor. Si diploma all’Accademia Nazionale di Danza di Roma e nel 2002 frequenta l’ Accademia Isola Danza di Venezia diretta da Carolyn Carlson e Coreographic Collision diretto da Ismael Ivo. Nel 1995 vince il premio come migliore interprete al concorso internazionale di danza Città di Rieti e Vignale Danza. Come insegnante ha tenuto seminari e corsi : Academie du Spectacle Equestre du Versaille diretta da Bartabas, KNUA Korean National University of The Arts a Seoul (Korea), IALS Roma, Duncan Roma, La Scatola dell’arte Roma, Residui Teatro Madrid, Dimora Coreografica Torino, Festival Zip Orvieto diretto da RossellaFiumi. Come coreografa ha creato lavori quali : Holy skin and lazy bastard, Don’t crash in case of fire, Non Trascuro, Piani Invisibili e Puls Emotion.

Post popolari in questo blog

A Pièce of Paper

Spazio Ferramenta
presenta 
A pièce of paper
Perfomance di Francesca Arri e Gao Yuan
A cura di Sara Bortoletto e Spazio Ferramenta


4 novembre 2014, a partire dalle ore 19.30 















“ [...]il difficile e il facile si completano l'un l'altro;  l'alto e il basso si invertono l'un l'altro;  i suoni e la voce si armonizzano l'un l'altro;  il prima ed il dopo si seguono l'un l'altro”. Laozi, Daodejing, capitolo II 

Spazio Ferramenta, per l’appuntamento che si inserisce nel ricchissimo calendario della settimana torinese dedicata all’Arte Contemporanea, allarga la rete delle collaborazioni coinvolgendo giovani curatori e artisti internazionali. 

Spazio Ferramenta arriva a NY

INTIMATE TRANSGRESSIONS PROJECT INTERNATIONAL CONTEMPORARY ART EXHIBITION
presenta il video della performance  A pièce of paper 
di Francesca ArrieGao Yuan a cura di Sara Bortoletto Spazio Ferramenta



La mostra, che inaugurerà il 3 settembre 2015 a New York City, curata da Fion Gunn in collaborazione con Juan Puntes e presentata da CAPA (Center for Asian Pacific Affairs) e WhiteBox, trae spunto dal concetto di 'Comfort Women ' durante e dopo la seconda guerra mondiale. Alla vigilia del 70 ° anniversario della fine della guerra, il progetto di arti visive newyorchese si sviluppa lungo tutto il Novecento e l'inizio del nuovo millennio andando ad indagare, su un piano più ampio, la violenza contro le donne in tutto il mondo.
Maggiori INFO sul sito dedicato alla mostra
L'esposizione approderà a Beijing il 25 ottobre e a Shanghai il 21 novembre 2015



The beat of freedom - M. Cuscunà