Passa ai contenuti principali

Vincenzo Napolitano


Spazio Ferramenta OFF via San Domenico 7

Vincenzo Napolitano

To-13

a cura di Spazio Ferramenta

inagurazione domenica 24 marzo, ore 19
in via Bellezia 8g


To-13 è una sigla che indica lo spazio e il tempo (Torino 2013), le variabili in cui l’opera è stata concepita e progettata, pur mantenendo una sorta di indefinitezza/infinitezza. Oggetti diversi, costruititi in materiali differenti, si trovano a condividere lo stesso luogo, a prima vista in modo caotico, riempiendo il vuoto pre-esistente con la propria fisicità. Moltissimi elementi, carichi ognuno di forti simbologie culturali (si pensi per esempio alla scatola di polistirolo, utilizzato normalmente per il trasporto di materiali liquidi o organici; o al gesso sedimentato dentro al fondo di una bottiglia) rappresentano una contemporaneità confusa, nella quale numerose istanze si agitano e si confondono, dando vita a stratificazioni instabili. L’intera costruzione scultorea pare una colonna instabile nella quale i pilastri sono fragili e deteriorabili.
Un’apparente confusione domina l’installazione site-specific che diventa allegoria di un’ironica vanitas nella quale gli atteggiamenti autocelebrativi e le bandiere vengono sbeffeggiati.




Napolitano, artista giovanissimo, combina materiali diversi in un’instabilità ben curata, una precarietà generale costruita quasi a tavolino, nella quale l’incertezza delle forme, volutamente non finite, sedimenta e si diffonde, riempiendo lo spazio.
Ciò che ne deriva è una sensazione disturbante, pare quasi che l’artista abbia giocato e riempito la vetrina di Spazio Ferramenta OFF come un giovane rigattiere che si diverte a realizzare un allestimento troppo carico rispetto allo spazio a disposizione.
Elementi sospesi confondono le regole della tridimensionalità alle quali siamo abituati, sovvertendo le consuetudini. Ordinate e ascisse possono essere capovolte, orizzontale e verticale sovvertiti in un esercizio la cui visione destabilizza. Forme geometriche irregolari, pieni svuotati e vuoti riempiti, materiali insoliti e un simpatico teschio amorfo rendono l’installazione imprecisata, come il tempo in cui viviamo.
Le posizioni non sono ordinarie, tutto si ribalta in un’irrealtà che, paradossalmente, diventa concreta, tangibile, dogmatica. Ogni suggestione sembra, osservando attentamente, ovvia e legittima; dopo una prima fase di incomprensione, tutto sembra essere al proprio posto, corretto, pulito, conforme a un nuovo ordine. Non si è più in grado di comprendere cosa sia a non funzionare, la confusione resta un’istanza latente che piano piano svanisce nell’accettazione del nuovo assetto.

Vincenzo Napolitano (Benevento, 1989) è uno degli artisti selezionati con call pubblica tra gli studenti dell’Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino. To-13 è un’installazione site specific concepita per OFF.

Post popolari in questo blog

A Pièce of Paper

Spazio Ferramenta
presenta 
A pièce of paper
Perfomance di Francesca Arri e Gao Yuan
A cura di Sara Bortoletto e Spazio Ferramenta


4 novembre 2014, a partire dalle ore 19.30 















“ [...]il difficile e il facile si completano l'un l'altro;  l'alto e il basso si invertono l'un l'altro;  i suoni e la voce si armonizzano l'un l'altro;  il prima ed il dopo si seguono l'un l'altro”. Laozi, Daodejing, capitolo II 

Spazio Ferramenta, per l’appuntamento che si inserisce nel ricchissimo calendario della settimana torinese dedicata all’Arte Contemporanea, allarga la rete delle collaborazioni coinvolgendo giovani curatori e artisti internazionali. 

Spazio Ferramenta arriva a NY

INTIMATE TRANSGRESSIONS PROJECT INTERNATIONAL CONTEMPORARY ART EXHIBITION
presenta il video della performance  A pièce of paper 
di Francesca ArrieGao Yuan a cura di Sara Bortoletto Spazio Ferramenta



La mostra, che inaugurerà il 3 settembre 2015 a New York City, curata da Fion Gunn in collaborazione con Juan Puntes e presentata da CAPA (Center for Asian Pacific Affairs) e WhiteBox, trae spunto dal concetto di 'Comfort Women ' durante e dopo la seconda guerra mondiale. Alla vigilia del 70 ° anniversario della fine della guerra, il progetto di arti visive newyorchese si sviluppa lungo tutto il Novecento e l'inizio del nuovo millennio andando ad indagare, su un piano più ampio, la violenza contro le donne in tutto il mondo.
Maggiori INFO sul sito dedicato alla mostra
L'esposizione approderà a Beijing il 25 ottobre e a Shanghai il 21 novembre 2015



DOPODICHE' Stasera mi butto

Spazio Ferramenta per il Torino Fringe Festival
presenta DOPODICHE' Stasera mi butto

Generazione Disagio - Milano
dal 3 al 6 maggio ore 21 dal 7 all'11 maggio ore 19.30
via Bellezia 8g (ingresso dal ristorante Sibiriaki)
Di e con: Enrico Pittaluga, Graziano Sirressi, Alessandro Bruni Ocaña, Luca Mammoli Regia: Riccardo Pippa
Scene e Locandine: Duccio Mantellassi e Niccolò Masini

La vita è dura, c'è la crisi, c'è lo spread. E allora cosa ci rimane? Il suicidio? Si! Gioca anche tu a DOPODICHE': riversa i tuoi problemi su un personaggio e portalo al suicidio

Sappiamo chi sei. Tu sei un disagiato. Lo sai tu e lo sappiamo anche noi. Sappiamo quante energie sprechi per non farlo vedere. Fratello disagiato, basta. Il disagio non è un ostacolo sulla strada, il disagio è la strada. Non cercare di cambiare te stesso. Non cercare di apparire migliore. Accettati come sei: pigro, inetto, inconcludente, dispersivo, vile. Noi ti vogliamo bene così. Non preoccuparti: elimineremo assieme ogni sen…